Inserimento dei 3 giorni

philip gioco simbolico

Conoscersi… e fidarsi

L’ ambientamento al nido

Al fine di favorire un inserimento veloce e delicato, diamo ai genitori la possibilità di scegliere quale metodo di inserimento adottare: quello “dolce” tradizionalmente usato in Italia, oppure un altro metodo, introdotto da qualche anno in Svezia, che abbiamo adottato da due anni con entusiasmo in via sperimentale e che si chiama: “inserimento dei 3 giorni” o “inserimento guidato dal genitore”.

Come funziona “l’inserimento dolce”?

L’“inserimento dolce” si prolunga in genere per un paio di settimane, durante le quali il tempo di permanenza del bambino aumenta in maniera graduale, mentre quello del genitore diminuisce progressivamente. Esperti di psicologia dell’età evolutiva, tra i quali il Dr. Alessandro Manieri, ritengono questo metodo “il risultato di una società basata sulla non indipendenza”.

E l’inserimento dei 3 giorni, invece?

Seguendo questo metodo, il genitore partecipa insieme al figlio per 3 giorni interi a tutte le attività dell’asilo, dall’accoglienza all’uscita. Tutte le attività vengono svolte insieme agli altri bambini già inseriti, così come le routine del cambio, del pasto e del sonno. Il genitore si occupa attivamente del proprio figlio, gli cambia il pannolino, lo addormenta per il sonnellino, gioca con lui e lo supporta a familiarizzare ed interagire con l’ambiente.

I vantaggi

In questo modo, alle educatrici sarà offerta la possibilità di essere messe a confronto con le esigenze e le abitudini dei bimbi direttamente dal genitore ed avrà quindi la possibilità di osservare la dinamica emozionale e comportamentale genitore/bambino. il genitore avrà invece la grande opportunità di ‘vivere’ il nido partecipando attivamente e ‘mettendoci’ il naso!

Dal secondo giorno l’educatrice proverà a sostituirsi al genitore in alcuni momenti, come ad esempio la somministrazione del pasto, piuttosto che il cambio del pannolino, con il genitore sempre presente, pronto ad intervenire nel caso in cui il bambino dimostrasse disagio. Nessuna forzatura in questi tre giorni di ambientamento: il genitore non dovrà imporre separazioni forzate, potrà allontanarsi in un altro ambiente della struttura, ma dovrà accogliere le richieste del figlio se dimostrerà di volerlo seguire.

I risultati

I risultati sono stati sorprendentemente positivi, i genitori che hanno deciso di sperimentare con noi si sono rivelati, al termine dei tre giorni, più tranquilli, fiduciosi e soddisfatti. La partecipazione alla giornata del nido consente di entrare nella vita del nido, di conoscere l’ambiente fisico e di rapportarsi meglio con chi si prenderà cura del proprio figlio!

Sappiamo bene che un genitore sereno trasmetterà serenità al figlio e gli permetterà un vero percorso di benessere verso l’autonomia! In termini di serenità i tre giorni intensi che vivono genitori e figli con questo metodo sono molto più produttivi, perché offrono la possibilità all’adulto di sapere che quello è un “posto sicuro”, perché lo hanno vissuto, ed al figlio di avere fiducia perché per loro sarà spontaneo pensare: “la mamma mi lascia in un posto sicuro”!

Vuoi maggiori informazioni? Chiamaci allo 0471409406!